top of page

Una Lavagnese senz'anima viene rimontata dal Casale




Ci eravamo illusi di aver ritrovato gioco e possesso palla, di fronte il fanalino di coda Casale con alle spalle ben 10 sconfitte consecutive ed una classifica deficitaria ma abbiamo pagato a caro prezzo questa nostra presunzione, francamente come altre volte quest'anno, chiudendo una prima frazione di gioco senza alcun rischio, controllando l'avversario e, andando negli spogliatoi in vantaggio di due reti che hanno visto bomber D'Alessandro al 16' e Casoni al 27' i loro autori.


Dopo la sosta un totale black out, ci trasciniamo in campo, la squadra si allunga pericolosamente, sbagliamo tocchi banali, ci chiudiamo nella nostra area e, inevitabilmente forniamo nuova linfa agli avversari che, senza fare nient'altro che giocare ed aggredire, già al 47' accorciano le distanze, al 78' raggiungono il pareggio e all'86', meritatamente, viene premiata la loro freschezza atletica e la loro determinazione, trovano di testa il gol del vantaggio che chiuderà l'incontro a loro favore per 3-2.


Difficile dare spiegazioni, sembravamo un pugile all'angolo per tutti e 45' del secondo tempo, incapaci di reagire e, mentalmente, lontani dal campo, una squadra che non vince più un contrasto, che non corre che non sa più vincere ma soprattutto che non crede minimamente più in se stessa, chi scrive fa fatica a trovare aggettivi che fotografino la Caporetto di Casale, eravamo in pieno controllo, potevamo chiudere la gara con altri 2/3 marcature ancora nella prima mezz'ora di gioco poi tutto si spegne, il buio cala e sembra che nessuno in campo trovi le motivazioni per reagire decentemente, nel calcio chi combatte merita sempre un plauso, la nostra di ieri è stata la gara più deludente della stagione, non tanto per il risultato ma per come è maturata e per come nessuno in campo ha mai alzato la voce o fatto capire ai compagni che era venuto il momento di reagire, pochissima personalità e concentrazione ai minimi termini, continuando così, il risultato è sotto gli occhi di tutti.


Concludo con un "bravi" al Casale che ci ha creduto, ha combattuto, ha gettato, anche senza eccellere nelle individualità, il cuore oltre l'ostacolo ed è stato giustamente premiato dal risultato, al rientro negli spogliatoi c'era una festa totale in casa nerostellata, come fosse stata vinta una finale, sarebbe l'ora che i nostri Ragazzi capissero quanto importante sia lo spirito di squadra, la lotta per il successo e la condivisione di un meritato e sudato successo.


Sabato 7 maggio torniamo in campo al Riboli alle 15.00, di scena il Saluzzo, un'altra occasione per fare harakiri????? Speriamo che certe lezioni servano alla crescita ed alla maturazione sportiva di tutti.


TABELLINO:

CASALE: Pizzamiglio, Zannetti, Cannia (al 37' Xhaferri), Troplini (al 77' Scuvera), Sirbu, Gamarino (al 46' Cipollone), Aimaro, Pittatore, Albisetti, Onishchenko (al 46' Varallo), Di Carlo.

A Dsiposizione: Tamburelli, Sula, Dispenza, Biasotti, Boscolo. All.: Enzo La Salvia

LAVAGNESE: Agosta, Dondero (all'88' Cosentino), Xhindi, Avellano, Coku, Podestà, Casoni, Siddi (al 64' Modica), D'Alessandro, Lupo (al 73' Kurti), Binaj (al 79' Bacigalupo)

A Disposizione: Guerrino, Canepa, Romaggi, Motta, Vitale. All.: Vincenzo Ranieri


Reti: 16' D'Alessandro (L), 27' Casoni (L), 47' Albisetti (C), 78' Cipollone (C), 86' Pittatore

Ammoniti: Cannia (C) e Dispenza (C)

Angoli: 3 a 3


Arbitro: Sig. Matteo Bovio di Novara. Assistenti: Sigg. Gianluca De Maria e Giuseppe Bono di Torino.

29 visualizzazioni

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page