top of page

STORIE IN BIANCONERO - L'AVVERSARIA DI TURNO: IL RAPALL0 RUENTES 1914


7 aprile 1974: Il Rapallo al “Riboli” con gli ex Semenza (3° in piedi da sinistra) e Daneri (6°).

Fondato nel 1914, il Rapallo Ruentes tenne a battesimo il football a Lavagna, affrontando le pionieristiche Circolo Giovanile e Pro Lavagna già prima del 1919 sulla spianata vicino alla stazione ferroviaria. Dopo la fondazione dell’Unione, i rapporti tra le due società continuarono: prova ne sarebbero nel 1920 l’assunzione di una maglia da gioco con gli stessi colori bianconeri (all’epoca non era così semplice il reperimento) e l’invito nel 1920 all’inaugurazione del nuovo campo di Rapallo, evento che permise ai ruentini di iscriversi ai campionati F.I.G.C. e disputare poi per molti anni la Serie C.

28 marzo 1920: L’U.S. Lavagnese invitata all’inaugurazione del nuovo stadio di Rapallo

Fu tuttavia dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale (1945-50) che l’incrocio tra i due clubs divenne abituale: la Lavagnese conquistò solo due volte la vittoria e nel 1948 riuscì a portare a casa..... la pelle dopo una rocambolesca fuga dalle grinfie dei tifosi locali, irretiti da un colpo proibito di “Nanni” Raffo a Pusineri.

Negli anni Settanta ed Ottanta un Rapallo desideroso di risalire in Serie D e poi nell’Interregionale venne spesso imbrigliato al “Riboli” dalla Lavagnese in cerca di punti per la salvezza (il totale casalingo riporta 12 pareggi su 18 gare disputate). In un bilancio in campo avverso nettamente contrario all’Unione, da segnalare una delle 3 vittorie colte al “Macera” (con rete di Paolo Garbarino) nel 1989-90, nella stagione cioè che vide i rapallini vincere il campionato di Promozione e la Lavagnese di Roberto Baretto arrivare terza.

3 aprile 1977: Il portiere ruentino Vatteroni anticipa il centravanti Pietro Raffo (in maglia blu).

Retrocesse due volte (1995-96 e 1997-98) a braccetto sulla strada dall’Eccellenza alla Prima Categoria, le due squadre si ritrovarono nella stagione 2000-01, quando la Lavagnese spinse con un 5-1 il Rapallo verso l’ultimo posto, dopo aver pagato a caro prezzo lo 0-2 a tavolino della partita di andata per l’impiego di un giocatore squalificato. Quel punto perso (la partita era terminata 2-2) avrebbe permesso di raggiungere la Bolanese in vetta e probabilmente di evitare lo spareggio per la promozione in Eccellenza.

21 gennaio 2001: Scalzi realizza il quarto gol del 5-1 finale al “Riboli”.

Da segnalare infine nel brillante triennio 2013-16 in Serie D i 5 successi in 7 gare della truppa di Dagnino ai danni del RapalloBogliasco (la Ruentes era ripartita dall’Eccellenza dopo la radiazione), l’ultimo un 3-0 al “Macera” con doppietta di Croci ed assolo di Brega.


Articolo, interviste e foto a cura di Gianluigi Raffo

195 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page