top of page

La Juniores fa.....harakiri a Romentino, R.G.Ticino fa sua la posta per 3-2


Come trasformare un tranquillo pomeriggio in un piccolo "incubo sportivo", a tanto la Juniores della Lavagnese riesce nell'impresa di gestire una partita condotta e dominata con un solido 0-2 dopo 50', in un trionfo della compagine avversaria, i novaresi del R.G.Ticino che si ritrovano alla fine della gara a portare in porto per 3-2 un inimmaginabile match casalingo, ma andiamo in ordine cronologico.


Giochiamo su un campo decisamente difficile, dove rimbalzi e controlli diventano molto improbabili ma sia noi che loro non godiamo di tecnica sopraffina e, dopo 10 minuti ci adattiamo al terreno ed anzi, con una dedizione non trascurabile, giochiamo a terra, scambiamo stretto ed evitiamo il "palla lunga e pedalare", i nostri avversari sono in palese difficoltà, non riescono a costruire trame di gioco, ci lasciano campo e noi giochiamo, grazie anche ai nostri esterni, passano 12 minuti e, su un'imbucata di Broso, D'Alessandro è lesto, di destro a fulminare Bianco è lo 0-1 che ci porterà fino alla fine del tempo, lasso di tempo nel quale difendiamo con ordine, non subiamo pericoli ed anzi, in un paio di occasioni potremmo anche raddoppiare.


Inizia la ripresa e Mister Castiglione che sostituisce Barresi squalificato, lascia invariata la formazione, i nostri avversari iniziano la sarabanda dei cambi e denotano un piglio decisamente diverso, come era pensabile vista la nostra supremazia, si gettano in avanti con veemenza ma al 7' una discesa di Kurti a destra, regala un cioccolatino a Xhindi che di testa, libero in area, sigla uno 0-2 a sancire la nostra, fin li, buona prestazione, dopo di che accade l'impensabile anche se, nel calcio, non del tutto improbabile, vista l'assoluta importanza della componente "testa".


Passano quattro minuti dal doppio vantaggio e l'R.G.Ticino si affaccia per la prima volta nella nostra area e ci fa male con un destro sporco di Tinaglia, incominciamo a sbandare paurosamente, le gambe non rispondono e l'ansia ci assale, passano due minuti e l'inevitabile pareggio arriva su punizione, un destro tutt'altro che impossibile di Pasquadibisceglie non viene raggiunto in tuffo sulla sinistra da Guerrino, la foga agonistica dei nostri avversari ci travolge, noi siamo letteralmente scomparsi dal campo, il gioco diventa confuso, arruffato e qualche colpo proibito affiora, il Sig. Panariti, fin li una gara ineccepibile la sua, al 36' vede un fallo di mano in area di capitan Podestà e lo sanziona con il penalty dagli undici metri, saltano i nervi, Papa, da poco subentrato, interviene per sedare l'inizio di un parapiglia e viene a contatto con Moscato, l'arbitro sventola il rosso per entrambi e si dirige finalmente sul dischetto, dove Tafa, al 38' porta in vantaggio i suoi.


L'atmosfera surriscaldata degli ultimi 6' di recupero nuoce anche al nostro Caudini, anch'egli subentrato nell'infuocato ultimo quarto d'ora di gara, il Direttore di gara ravvisa un suo calcio da dietro e spedisce anche lui sotto la doccia con un cartellino rosso, ritorna fortunatamente la calma in campo, 9 contro 10 accade ben poco, l'R.G.Ticino mette in ghiaccio l'incontro e porta a casa tre punti davvero insperati, noi ci lecchiamo le ferite, continuiamo ad avere cali di concentrazione incredibili e subentra, dopo il gol avversario, una totale mancanza di gestione del momento..... è come se si spegnesse la luce, teniamoci i primi 50' di gioco, per la verità ben poco, soprattutto in vista dell'arrivo della corazzata Chieri al Riboli sabato prossimo.


In chiusura da segnalare l'ottima gara dei nostri Siddi, Broso e Kurti per applicazione e determinazione, quella che al resto della squadra è mancata per almeno 45'.

29 visualizzazioni

Kommentare

Mit 0 von 5 Sternen bewertet.
Noch keine Ratings

Rating hinzufügen
bottom of page