top of page

JUNIORES NAZIONALI | LAVAGNESE E DERTHONA SI DIVIDONO LA POSTA, AL RIBOLI E' 1-1





Arrivavamo da una trasferta ad Asti finita nei peggiori dei modi, siamo "corti" tra infortuni e squalifiche, c'era bisogno di una prova che confermasse di aver ritrovatola squadra e lo spirito che la contraddistingue, avversario di turno il Derthona. i "leoncelli" erano sì fanalino di coda del girone ma le ultime tre prestazioni non lasciavano certamente tranquilli Roffo e compagni, ne è uscita una gara contratta, giocata con attenzione, con qualche errore tecnico di troppo ma che alla fine ha decretato un risultato tutto sommato giusto.


Privi di Mister Barresi squalificato, Peppe Napoli schiera l'ormai classico 4-3-3 con Ciocchetti e Mazzino esterni, Lusiani e Gatti centrali, Sanguineti, Roffo e De Paoli a costruire gioco, Casoni e Castellini esterni d'attacco, con Donini a colpire centralmente, l'inizio è tutto di marca bianconera, già al 7' potremmo andare in vantaggio ma il destro di Casoni, non il suo piede migliore, vola sopra la traversa di Cuneo, la Lavagnese spinge alla ricerca del vantaggio, ancora Casoni e Donini fanno le prove del gol ma il primo al 10' ed il secondo al 15' impegnano senza essere decisivi il numero uno del Derthona.


Il vantaggio al 18', incursione sulla sinistra di Donini che prima si libera del suo marcatore, fa due passi e dai quindici metri scocca il tiro del vantaggio bianconero, Cuno tocca ma la palla si insacca alla sua destra. Veemente reazione dei piemontesi che iniziano a premere con forza in particolare sulla corsia di destra dove il nostro Mazzino non è nella sua giornata migliore, Dabo, Ricci e Callaci scambiano in area stretto e quest'ultimo, al 31' si divora il gol del pareggio, reagiamo con un po' di timidezza ed il Derthona ci crede, siamo al 43' quando la nostra retroguardia è presa in contropiede per non aver gestito bene palla in mezzo, Callaci scende forte sulla destra, serve Santoro in mezzo con un cross radente ed il capitano dei leoncelli sigla di destro alla destra di un incolpevole Agosta.


La ripresa non verrà ricordata per il gioco espresso, le due formazioni si controllano a vicenda e mirano a non farsi male, da segnalare comunque, al 67' una palla gol per la Lavagnese, con discesa sulla sinistra di Ciocchetti che crossa preciso per l'inconata a colpo sicuro del nostro Casoni ma la palla esce alla sinistra di un immobile Cuneo, il tempo corre, Mister Barresi dalla tribuna dietro la panchina chiama al suo secondo i primi cambi, Longinotti su De Paoli al 74' e al 78' Maglione rileva un irriconoscibile Mazzino ma la notizia più bella della giornata al Riboli giunge all'82', quando il nostro 2008 Restuccia (15 anni compiuti 48 ore prima) fa il suo emozionante esordio tra i "grandi", rilevando Sanguineti, precedendo di qualche ora il suo coetaneo Camarda che nel Milan, con il suo esordio contro la Fiorentina, stabilisce il record di esordio in giovane età in serie A.


La squadra sabato prossimo 2 dicembre sarà impegnata ad Albenga, ritornano così i derby liguri, fischio d'inizio al'Annibale Riva alle 14.30.









75 visualizzazioni0 commenti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page