top of page

ECCELLENZA | STAGIONE LUNGHISSIMA, MA ALLA FINE L'OBBIETTIVO E' CENTRATO!


Foto (c) Tuttocampo

Una stagione interminabile, quasi interamente a rincorrere, che alla fine ha premiato il grande impegno, la dedizione e la determinazione di un gruppo e di una società tornata finalmente a splendere.

Dopo la gara dell'andata terminata 1-1 al Riboli i ragazzi di mister Ruvo erano chiamati all'impresa, vincere o pareggiare con un risultato superiore all'1-1...e i ragazzi hanno interpretato nel migliore dei modi l'input dato dal mister nel pre partita.

Già al 1' Righetti fa sentire il fiato sul collo ai difensori bergamaschi, ma al 9' Trocino è bravissimo a partire alle spalle della difesa, ricevere il lancio di Magonara e a superare Bassi per il vantaggio bianconero.

Al 12' stesso schema ma questa volta il gol viene annullato per il fuorigioco dell'esterno lavagnese, poi al 16' il Mapello guadagna una punizione dal limite che però Ghisalberti calcia alto sopra la traversa.

Al 19' Vianson recupera palla sulla destra e serve in profondità Trocino che viene anticipato da Bassi, due minuti dopo il primo a finire sul taccuino di Spera è El Kadiri che scompostamente colpisce Avellino col gomito. Cinque minuti e ancora uno scatenato Trocino sguscia sulla sinistra, scavalca il portiere e serve centralmente Righetti che non perdona e raddoppia! La partita sembra in ghiaccio anche perché il Mapello sembra frastornato con il solo Ghisalberti a tener botta, al 31' infatti Vianson compie una sgroppata delle sue lungo la fascia destra e calcia in porta ma questa volta Bassi c'è. Al 32' però un lancio lungo coglie di sorpresa la retroguardia bianconera e Ghisalberti è bravo a nascondere la palla ad Avellino che lo atterra in area, rigore e ammonizione per il Capitano! Dal dischetto Capelli non sbaglia e risveglia i gialloblù.

Al 39' un bel dialogo Righetti-Trocino porta al tiro al volo quest'ultimo ma la conclusione termina sul fondo, un paio di minuti dopo Adornato compie due prodigiosi interventi su Ghisalberti e Comelli e chiude la saracinesca.

Al 42' l'ennesima perla di Trocino vale il 3-1 che rilassa gli animi, non quello di Capelli che atterra Righetti e si merita l'ammonizione.

Nella ripresa mister Sorti effettua due cambi, dentro Zonca e Treccani al posto di Capelli e Bugada. I cambi del Mapello fruttano al 3' quando un innocuo cross in area viene colpito di testa da un attaccante del Mapello, la sfera colpisce il palo e Ghisalberti è lesto ad anticipare tutti in rete. Al 12' anche Rota viene ammonito e due minuti dopo El Kadiri è pericoloso di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 18' primo cambio per la Lavagnese, dentro Krus Zulian al posto di Vianson e immediatamente dopo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Ghisalberti serve palla a Comelli che s'incunea in area e calcia sul secondo palo trovando il pareggio. Al 22' anche Corna si merita il giallo per un brutto fallo su Berardi e poco dopo Righetti sguscia in area e a tu per tu con Bassi non calcia ma si dilunga e viene recuperato da un difensore.

Al 25' secondo cambio per i lavagnesi, dentro Garbarino per l'esausto Tagliavacche e proprio il 16 ospite ha una ghiotta occasione che calcia però di poco alto sopra l'incrocio!

La situazione è convulsa, adesso le squadre vivono sensazioni opposte, un gol del Mapello metterebbe una seria ipoteca sulla promozione, un gol della Lavagnese vorrebbe dire che i locali ne dovrebbero fare altri due...

E così al 28' Lombardi riceve palla sulla corsa, salta un paio di difensori bergamaschi e calcia in porta piazzandola con la solita eleganza alle spalle del povero Bassi. Da qui alla fine poche annotazioni importanti se non gli ingressi in campo di Vaglietti e Ghisleni al posto di Brambilla ed El Kadiri da una parte e Garlet Mendes al posto di Trocino dall'altra. Al termine dei 5 minuti di recupero concessi da Spera di Barletta la Lavagnese può finalmente festeggiare i quasi 11 mesi di campo e tornare da dove la scorsa estate era arrivata...in Serie D!


Lavagnese: Adornato, Vianson(65' Kruhs Zulian), Magonara, Avellino, Zavatto, Tagliavacche (69' Garbarino), Sanguineti, Berardi, Righetti, Lombardi, Trocino (78' Garlet Mendes).

A disposizione Agosta, Marcattili, Profumo, Lupo, Lauro, Camara. All. Alberto Ruvo.

Mapello: Bassi G., Corna, Ruggeri, Brambilla (85' Ghisleni), Capelli (46' Treccani), Rota, Cattaneo. El Kadiri (79' Vaglietti), Bugada (47' Zonca), Ghisalberti, Comelli.

A disposizione Bellini, Fiorina, Albani, Bonacina, Fornoni. All. Manuele Sorti.


Arbitro Antonio Spera di Barletta.

Assistenti Fabrizio Cozza di Paola e Giuseppe Fanara di Cosenza.

Quarto uomo Mattia Drigo di Portogruaro.

Ammoniti al 21' El Kadiri, al 31' Avellino, al 44' Capelli, al 57' Rota, al 67' Corna, al 74' Lombardi.

Calci d'angolo: 7-1.

Tiri (in porta): Mapello 11 (6) - Lavagnese 8 (5).

Falli commessi: 8-9.

Fuorigioco: 0-5.

Recuperi: 2'pt - 5'st.

Reti: 9' Trocino, 24' Righetti, 33' Capelli rig., 42' Trocino - 48' Ghisalberti, 64' Comelli, 74' Lombardi.


Comentários

Avaliado com 0 de 5 estrelas.
Ainda sem avaliações

Adicione uma avaliação
bottom of page