top of page

ECCELLENZA | A BUSALLA VITTORIA GETTATA ALLE ORTICHE



Due trasferte, due pareggi per 2-2, due vittorie gettate al vento nei minuti finali.

Dopo la Voltrese anche il Busalla beffa la Lavagnese nel finale, dopo una gara condotta senza sbavature fino al raddoppio, il Busalla si riporta in gioco con un gran gol e nel recupero segna in mischia.

In un clima freddo ma con buona affluenza di pubblico la Lavagnese inizia col piede giusto, già al 1' Righetti, complice un rimpallo, calcia in porta non trovando lo specchio, poi al 7' ancora Righetti sfrutta un bel cross di Lombardi dalla sinistra e la gira in porta di testa chiamando all'attenzione Ventura.

Sul cambio di gioco all'8' Spano riceve palla al limite e calcia in porta ma Adornato fa buona guardia, due minuti dopo Garbarino la mette in mezzo dalla sinistra ma la difesa locale si salva in corner.

Ancora Righetti al 13' prova la conclusione personale che viene però bloccata da Ventura, ancora Lavagnese al 26' quando Marcattili incorna di testa ma Cotelessa respinge, altri due giri di lancetta e Kruhs Zulian calcia forte dal limite ma la sua conclusione viene deviata in corner.

La Lavagnese preme sull'acceleratore, al 31' capitan Avellino calcia dal limite ma fuori dallo specchio, al 33' ancora Marcattili si vede respingere la conclusione dal limite, al 40' poi finalmente corner di Lombardi e incornata vincente di Avellino per il meritato vantaggio.

Nel finale di tempo il Busalla ha una ghiotta occasione con Raiola ma capitan Avellino è superlativo nell'intervenire e sventare la minaccia.

La ripresa si apre come l'inizio, al 5' Kruhs Zulian serve al millimetro Righetti che s'invola verso la porta, la sua conclusione però termina incredibilmente a lato!

Al 7' si fa vedere anche il Busalla, è Compagnone a calciare dal limite ma Adornato non si fa sorprendere, al 10' ancora il Busalla con Compagnone, la sua punizione dal limite viene però respinta dalla barriera.

Al 12' ci prova Lombardi con una conclusione a giro delle sue ma la mira è da rivedere e la palla si spegne sul fondo, al 18' ancora Zulian viene servito al limite, la sua conclusione però termina fuori di poco.

Il gol è nell'aria e al 23' una splendida azione bianconera si sviluppa sulla destra, Righetti serve Romanengo che si defila e serve uno splendido cross sul secondo palo che Berardi deve solo schiacciare in rete, 2-0 legittimo!

Nemmeno il tempo di esultare per i ragazzi di mister Ruvo che due minuti dopo, al 25', Repetto viene lasciato libero di impostare, il 7 genovese si accentra e lascia partire un fendente chirurgico a giro che s'insacca a mezz'altezza dove Adornato non può arrivare.

Giochi riaperti, il Busalla ci crede mentre la Lavagnese arretra il proprio baricentro lasciando che Righetti funga da boa solitaria, il nove bianconero è bravo a procurarsi un calcio di punizione che al 28' Lombardi calcia mandando però a lato di un soffio, ancora il vicecapitano ci prova al 32' ma senza successo.

Col passare del tempo il Busalla acquista fiducia e la Lavagnese non riesce a chiuderla, così al 92' sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla viene spizzata da Cotelessa, Adornato respinge ma Cilia è più lesto di tutti e la mette in rete.


Busalla: Ventura, Gottingi, Piccardo, Oliva (63' Cilia), Cotelessa, Erroi, Repetto, Ottoboni, Raiola, Compagnone, Spano.

A disposizione Costa, Massone, Piemontese, Traverso, Maugeri, Serra, Fasan, Garbini. All. Giorgio Lanzarone.

Lavagnese: Adornato, Kruhs Zulian, Magonara, Avellino, Zavatto, Romanengo (84' Profumo), Garbarino, Berardi, Righetti (89' Camara), Lombardi, Marcattili.

A disposizione Agosta, Sanguineti, Vianson, Scorza, Orvieto, Lupo, Lauro. All. Alberto Ruvo.


Arbitro Giovanni Matteo di Sala Consilina.

Assistenti Viktor Trajanovski di Novi Ligure e Ayoub Chamchi di Savona.

Ammoniti al 15' Gottingi e al 93' i mister Lanzarone e Ruvo.

Calci d'angolo: 4 - 6.

Tiri (in porta): Busalla 4 (3) - Lavagnese 11 (4).

Falli commessi: 13 - 11.

Fuorigioco: 3 - 4.

Recuperi: 1'pt - 3'st.

Reti: 40' Avellino, 68' Berardi, 70' Repetto, 92' Cilia.

Kommentare

Mit 0 von 5 Sternen bewertet.
Noch keine Ratings

Rating hinzufügen
bottom of page