top of page

ECCELLENZA - GARA DI SACRIFICIO, MA DA TAGGIA RITORNO SENZA PUNTI


(C) Calcioflashponente.it

Ritorno amaro quello da Taggia dopo la gara odierna, su un terreno difficile dove le caratteristiche dei bianconeri sono state snaturate ha prevalso la fisicità dei ponentini.

La gara parte in salita, nel riscaldamento Romanengo inizialmente schierato nell'undici titolare, sente un fastidio alla coscia e abdica in favore di Bondi. La prima occasione è dei bianconeri che trovano lo spiraglio giusto con Zavatto che di testa la mette a lato di poco. Al 10' un'azione per parte, Travella conclude dal limite per Adornato che agguanta la palla senza problemi e Lombardi conclude tra le braccia di D'Ercole servito egregiamente da Berardi. Al 30' ghiotta occasione per i padroni di casa con El Khamli che raccoglie un bell'assist in profondità calciando al volo ma sopra la traversa, dall'altro lato Di Salvatore prova a sorprendere il numero uno locale fuori dai pali ma la sua mira è imprecisa.

Al 36' ancora Di Salvatore è pericoloso in area avversaria ma il suo diagonale è fuori di un soffio, poi al 43' sugli sviluppi di un calcio piazzato Profumo devia la palla verso la propria porta, Adornato compie un primo miracolo ma nulla può sulla deviazione sotto misura di Castaldo che vale il vantaggio taggese.

Nella ripresa la Lavagnese ci prova con ogni mezzo ma la palla non può essere giocata a terra e ogni volta che viene effettuato un lancio lungo questo è preda dei difensori di casa. Al 5' ci prova Conti dal limite calciando fuori, al 6' Lombardi si vede parare la conclusione al volo in due tempi, al 7' ancora Lombardi calcia di controbalzo sfiorando il sette ma la palla proprio non vuole entrare.

Al 18' ancora la Lavagnese pericolosa con Zavatto che sugli sviluppi di un calcio d'angolo si fa parare la conclusione sul palo più distante. Al 25' la più ghiotta occasione capita sui piedi di Lombardi che, servito magistralmente da Berardi, controlla ma calcia alto da distanza favorevole.

L'ultima e altrettanto ghiotta occasione capita sui piedi di Martelli che impegna Adornato a una prima parata e a una seconda deviazione sulla traversa.

Domenica altra partita ostica ma importante occasione per riscattarsi e mantenere la scia delle prime sul campo della Cairese.


Taggia: D'Ercole, Grandi, Carletti, Alberti (71' Miceli), Castaldo, Fiuzzi, Gallo, Martelli, Elettore (36' Demme), Travella, El Khamli. A disposizione La Cava, Salmaso, Sina, Malfatto, Celotto, Orengo, Stamilla. All. Simone Siciliano.

Lavagnese: Adornato, Cosentino, Bacherotti (54' Sanguineti), Conti (60' Baracchini), Zavatto, Profumo (73' Avellino), Righetti, Berardi, Bondi, Lombardi, Di Salvatore.

A disposizione Agosta, Dondero, Orvieto, Binaj, Tagliavacche, Romanengo. All. Vincenzo Cammaroto.


Arbitro Signor Fabio Conti di Genova.

Assistenti Signori Gianluca Lazzaro di Imperia e Gezim Rushanaj di Genova.

Ammoniti: al 20' Bacherotti, al 40' Zavatto, al 75' Castaldo, all'87' Righetti, all'89' Travella. al 90' Cosentino, al 94' Miceli.

Calci d'angolo 5 - 8.

Tiri (in porta) Taggia 10 (6) - Lavagnese 13 (6).

Falli commessi Taggia 19 - Lavagnese 13.

Fuorigioco Taggia 3 - Lavagnese 2.

Rete: al 43' Castaldo.

180 visualizzazioni0 commenti
bottom of page