top of page

ECCELLENZA | COL BAIARDO ALTRA GARA DAI DUE VOLTI, ALLA FINE LA DECIDONO LAURO E RIGHETTI



Vittoria doveva essere e vittoria è stata.

Nella prima frazione quasi solo Lavagnese, ma il primo tiro lo effettua il Baiardo con Battaglia che al 9' dalla destra calcia un fendente alto sopra la traversa.

Poi al 14' inizia il forcing bianconero, Romanengo serve dalla destra Berardi che di testa colpisce spedendo la palla fuori sul secondo palo, dopo due minuti palla che rimane al limite dell'area, batti e ribatti poi l'ultima conclusione di Romanengo viene definitivamente allontanata dalla retroguardia neroverde.

Al 26' bellissima azione dei bianconeri, Berardi incrocia col contagiri un lancio per Garbarino sulla fascia sinistra, il sette lavagnese controlla, fa due passi e serve dal fondo Trocino che accorre sul secondo palo e al volo infila D'Amora per il vantaggio ospite.

Un minuto più tardi palla vagante al limite dell'area locale, Trocino non ci pensa due volte e calcia un missile che si stampa sull'incrocio dei pali!

Al 31' ancora un attivissimo Romanengo calcia dal limite ma la sua conclusione viene deviata in calcio d'angolo, poi lo stesso Romanengo effettua uno splendido cross rasoterra che attraversa tutta l'area senza trovare deviazione alcuna. Un giro di lancette e dalla distanza Zulian colpisce la parte superiore della traversa. Al 38' si rivede il Baiardo, Battaglia viene servito da Romei al limite, visuale aperta per il dieci genovese ma imprecisa la conclusione che termina fuori a fil di palo.

La prima frazione si chiude con un'ammonizione per parte, Romanengo e Napello finiscono sul taccuino di Cazacu entrambi per fallo su due ripartenze.

Nel secondo tempo cambio per i padroni di casa, dentro Ferrario al posto di Valente, ma si fa subito pericolosa la Lavagnese, Romanengo riceve palla a centrocampo, la conduce sino al limite per servire Righetti che calcia in porta trovando l'ottimo D'Amora a farne guardia.

Un minuto dopo ghiottissima occasione per i padroni di casa, Romei sguscia via in dubbia posizione di fuorigioco e calcia a incrociare sul secondo palo, Adornato controlla la palla che termina di poco a lato.

Dopo due minuti ancora Baiardo, Battaglia riceve al limite, si divincola egregiamente dalla marcatura e conclude a rete dove Adornato para con grande solidità.

Al 17' buona occasione per Camara che riceve palla fuori area da una respinta difensiva ma la sua conclusione è lenta e senza forza ed è preda dell'estremo difensore locale. Al 18' Ferrario si fa ammonire per un brutto fallo su Romanengo.

Al 22' doppio cambio tra i padroni di casa, Giambarresi e De Vincenzi prendono il posto di Romei e Orciuoli, subito corner per la Lavagnese, dalla bandierina Romanengo serve Zavatto che complice un rimpallo difensivo conclude malamente a lato.

Al 25' fallo di mano di un difensore ospite sulla trequarti bianconera, calcia Giambarresi lungo sul secondo palo dove Pascucci è lesto ad anticipare tutti in rete per il momentaneo pareggio.

Al 29' Righetti sguscia palla al piede in area genovese ma non prova la conclusione e viene quindi respinto sulla fascia dove poi perde palla. Al 33' ancora palla a Pascucci sulla sinistra, il tre locale non ci pensa due volte e calcia di potenza con Adornato che si esibisce in una grande parata.

Dopo due minuti Ranieri sostituisce Garbarino e Trocino con Tagliavacche e Garlet Mendes e dopo un minuto Zulian calcia da fuori area impegnando D'Amora in due tempi.

Al 42' mister Repetto inserisce Gattiglia al posto di capitan Merialdo e allo scadere mister Ranieri tenta il tutto per tutto sostituendo Zulian con Vianson e Profumo con Lauro.

Proprio Lauro alla prima azione utile riceve palla a centrocampo e corre al galoppo verso l'area dove viene steso da Pascucci, Cazacu ammonisce il tre neroverde e concede un palese rigore seppur tra le veementi proteste dei calciatori e dei tifosi genovesi.

Dal dischetto Righetti è di ghiaccio e realizza la rete vincente e la sua personale numero 18 con cui raggiunge Sogno al comando della classifica marcatori. Nell'ultima azione giallo anche per Mendes che stoppa un attaccante avversario.

Prossimo avversario dopo le vacanze pasquali arriverà al Riboli un affamato Rapallo in cerca di punti salvezza, punti che non potranno essere sprecati dalla Lavagnese per sperare in un passo falso ingauno e soprattutto per tenere distanti Cairese e Imperia dal secondo posto.


Angelo Baiardo: D'Amora, Ungaro, Pascucci, Merialdo (87' Gattiglia), Orciuoli (68' De Vincenzi), Napello, Valente (46' Ferrario), Briozzo, Romei (67' Giambarresi), Battaglia, Zuppiroli.

A disposizione Di Terlizzi, Keita, Oliviero, Capuana, Muscolo. All. Gabriele Repetto.

Lavagnese: Adornato, Kruhs Zulian (90' Vianson), Profumo (90' Lauro), Avellino, Zavatto, Romanengo, Garbarino (80' Tagliavacche), Berardi, Righetti, Camara, Trocino (80' Garlet Mendes).

A disposizione Massa, Scorza, Marcattili, Lupo, Sanguineti. All. Vincenzo Ranieri (Ruvo squalificato).


Arbitro Eusebiu Ciprian Cazacu di Albenga.

Assistenti Manuela Sciutto di Novi Ligure e Andrea Poggi di Genova.

Ammoniti al 42' Romanengo, al 44' Napello, al 63' Ferrario, al 79' Pascucci, al 91' Garlet Mendes.

Calci d'angolo: 2-6.

Tiri (in porta): Angelo Baiardo 6 (3) - Lavagnese 9 (6).

Falli commessi: 15-12.

Fuorigioco: 2-2.

Recuperi: 1'pt - 5'st.

Reti: al 26' Trocino, al 70' Pascucci, al 91' Righetti (rig.)


Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page