Serie D : una prestazione sotto tono e tanta sfortuna costano cari ai ragazzi di Tabbiani.



La Lavagnese torna a casa da Sanremo senza punti complice una prestazione sotto tono e alcuni episodi poco chiari in occasione del raddoppio locale, ma l'Unione Sanremo ha colpito anche due legni...

Nella squadra di Lupo manca per infortunio la punta Lella, tornano Giubilato e Videtta, i neo acquisti Acampora e Guida vanno in panchina. In quella di Tabbiani recupera Bonaventura che va in panchina mentre è ancora in fase di recupero Saccà ed è indisponibile Di Pietro.

La partita: Molino al 4’ su punizione nei pressi del vertice dell’area, sfiora l’esterno della rete. Su angolo di Scalzi al 19’, Tos colpisce di testa all’indietro sfiorando la traversa. I padroni di casa protestano vivacemente al 22’ per un intervento in area su Molino non sanzionato con il rigore da Scarpa che, invece, ammonisce giustamente il numero 10 per simulazione. Nella prima mezz’ora le due squadre si rendono pericolose di rado e nessuno dei due portieri è chiamato ad intervenire. Spinosa e Scalzi ci provano da fuori, senza fortuna, al 33’ e al 34’. Oneto di testa al 41’ fa gridare al gol ma la palla finisce fuori di pochi centimetri. Infine Scalzi al 44’ con uno spunto personale supera in dribbling due difensori e scaglia un fendente rasoterra che colpisce la base del palo. Anche l’avvio di ripresa è caratterizzato dal forcing del Sanremo alla ricerca del vantaggio. Caruso al 10’ blocca un tiro dalla lunga distanza di Spinosa. Lo Bosco al 13’ colpisce la traversa con un pallonetto da fuori, poi l’azione prosegue, Molino si impossessa della sfera e calcia in porta, Caruso blocca. Il Sanremo passa però al 16’ quando Rotulo crossa dalla destra e Molino, appostato a centro area, di testa non concede scampo a Caruso sorprendendo la difesa bianconera. Taddei al 22’ manda la sfera a pochi centimetri dal palo. Manis al 36’ devia sul fondo un tiro da distanza ravvicinata di Oneto e nell’azione del corner seguente l’arbitro assegna un rigore per l'evidente fallo di mani in area di Videtta. Simone Basso, nonostante Manis intuisca la direzione del tiro, dagli 11 metri segna con freddezza e porta la Lavagnese sull’1-1. Dopo un minuto e mezzo, però, i padroni di casa tornano in vantaggio grazie ad una pregevole giocata del neo entrato La Fauci che, forse aiutandosi da terra con un braccio, recupera palla al limite destro e con una potente conclusione, spedisce la sfera sull’interno del palo e quindi in rete.

Nel complesso una sconfitta che ai punti ci può stare contro una squadra non bella ma tecnica e soprattutto cinica, adesso diventano fondamentali per la classifica i prossimi due impegni della settimana, il recupero di mercoledì a Dronero e la gara di domenica al Riboli contro lo Stresa per ridare colore ad una classifica inaspettatamente grigia.

UNIONE SANREMO - Manis, Giubilato, Anzaghi, Videtta, Spinosa, Molino (86' Bregliano), Taddei, Lo Bosco (78' Acampora), Fiore (90' Sadek), Rotulo (77' La Fauci), Scalzi (73' Gagliardi).

A disposizione Cacciò, Montanaro, Carletti, Guida. All. Alessandro Lupo.

LAVAGNESE - Caruso, Vinasi, Bacigalupo (62' Bonaventura), Avellino, Fonjock, Tos, Basso S. (86' Basso G.), Romanengo (73' Gnecchi), Oneto, Corsini (53' El Khayari), Purro.

A disposizione Nassano, Casagrande, Botteghin, Ranieri, Queirolo. All. Luca Tabbiani.

Arbitro Signor Eugenio Scarpa di Collegno.

Assistenti Signori Mattia Regattieri di Finale Emilia ed Emanuele Spagnolo di Reggio Emilia.

Ammoniti: Molino, Rotulo, Videtta (S) - Purro, Romanengo, Tos, Fonjock (L).

Possesso palla: 42-58 %

Tiri (in porta): Sanremo 16 (9) - Lavagnese 7 (5).

Calci d'angolo 4-3.

Falli commessi 16-18.

Reti: 61' Molino, 83' Basso S. rigore, 84' La Fauci.

#seried #primasquadra

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991