A Sarzana finisce a reti bianche.



Partita non priva di emozioni quella disputata oggi al Miro Luperi di Sarzana, terreno di gioco in perfette condizioni, sicuramente il migliore fondo incontrato quest'anno, circa 200 spettatori a fare da cornice ad un match che rappresentava molto per entrambe le formazioni, la Fezzanese doveva vincere o almeno non perdere per recuperare terreno da Vado e Ligorna e guardarsi dall'Acqui, la Lavagnese doveva fare punti per mantenere il distacco dal Chieri che le permetterebbe di disputare la semifinale play-off in casa.

Ne è così scaturito un match vivace, non privo di mascolinità (lo testimoniano gli 8 ammoniti) ma sostanzialmente corretto, almeno in campo...

Pronti via e Lorieri dopo 3 minuti calcia a rete trovando la prontezza di Parma, ancora Lorieri al 12' riceve palla da Baudi e si gira calciando di prima intenzione a rete ma la palla colpisce la parte superiore della traversa.

La Lavagnese recupera palla e si distende bene ma al momento della conclusione è spesso rimpallata o imprecisa nel filtrante finale, al 32' è Croci che con coraggio calcia di poco a lato.

Al 36' Grasselli s'invola sulla fascia e anzichè servire in area Lorieri calcia di prepotenza colpendo l'esterno della rete.

La prima frazione si chiude con un paio di ammonizioni a Frateschi e Forte per falli di contrasto e neppure una conclusione bianconera nello specchio della porta.

Il secondo tempo si apre con due buona azioni di Currarino che prima calcia a lato e poi al 49' impegna in volo Otranto Godano.

In questo frangente la Lavagnese macina bel gioco e sfrutta gli errori in impostazione dei locali per far scattare Currarino e Balestrero sulle fasce, in una di queste sortite ancora Currarino impegna il numero uno spezzino al 56'.

Al 60' esce Forte ed entra Brega per cercare di dare maggior peso alla manovra lavagnese, è in una di queste che Balestrero perviene alla conclusione 2 minuti più tardi.

Con gli ingressi di Biso per Pondaco, Milan per Cupini, Taormina per Damiani e Marasco per Lorieri nulla cambia ed è ancora la Lavagnese ad avere due grandi occasioni con Brega al 93' che calcia alto e Croci al 94' che incorna fuori da distanza ravvicinata.

Alla fine, visti gli altri risultati un buon punto per la squadra di mister Dagnino che a due gare dal termine mantiene 3 punti di vantaggio sul Chieri e cercherà di battere l'Argentina per conquistare matematicamente il terzo posto, Fezzanese che invece dovrà assolutamente vincere domenica tra le mura amiche con il RapalloBogliasco per cercare ci colmare il gap di 7 punti da Ligorna che ospiterà l'Acqui e di 8 dal Vado che andrà a Voghera.

Fezzanese - Otranto Godano, Tonelli, Pondaco (69' Biso), Bertagna, Viscardi, Del Nero, Cupini (76' Milan), Grasselli, Lorieri (80' Marasco), Baudi, Frateschi.

A disposizione Tognoni, Valentini, Dadà, Del Vigo, Pecchioli, Mecherini. All. Giuseppe Zuccarelli.

Lavagnese - Parma, Oneto, Salomone, Avellino, Ferrando, Brusacà, Currarino, Damiani (78' Taormina), Croci, Forte (60' Brega), Balestrero.

A disposizione Nassano, Garrasi, Genovali, Galligani, Di Pietro, Chiarabini, Repetto. All. Andrea Dagnino.

Arbitro Signor Luigi Santorelli di Salerno.

Assistenti Signori Andrea Baldini di Pistoia e Enrico Gallorini di Prato.

Ammoniti al 27' Bertagna, al 38' Frateschi, al 43' Forte, al 68' Lorieri, al 73' Grasselli, al 74' Viscardi, al 75' Currarino, all'86' Marasco.

Possesso palla 40-60 %

Tiri (in porta) Fezzanese 5 (2) - Lavagnese 10 (3).

Calci d'angolo 3-5.

Falli commessi 19-14.

#primasquadra #seried

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991