Serie D: si ferma a Chieri la striscia positiva dei Bianconeri.



Non è stata una delle migliori giornate oggi per la Lavagnese, contenuta alla perfezione da un Chieri cinico che ha saputo colpire quasi su ogni ripartenza.

Inizia in salita la gara per Avellino e compagni che capitolano subito al 2' a causa di un rimbalzo obsoleto che ingannando Brusacà apre la via della rete a D'Antoni il quale si presenta a tu per tu con Gilli che nulla può sul preciso diagonale dell'azzurro.

Al 5' Currarino si esibisce in una splendida girata che meriterebbe miglior sorte ma si stampa sulla traversa rimbalzando al di qua della linea.

Al 7' anche Garrasi calcia al volo in porta trovando ben piazzato Bambino.

Al 10' ci prova Simone ma Gilli è attento e controlla la sfera, successivamente al 18' sia Semioli che Di Renzo calciano senza trovare la porta.

Al 27' ancora Currarino calcia a rete impegnando Bambino, mentre el 32' è Fortunato a scaldare le mani a Gilli.

Un minuto più tardi è proprio Di Renzo a trovare il raddoppio servito in area da Semioli.

La Lavagnese non si da per vinta e al 40' Croci, imbeccato da Garrasi, insacca di rete accorciando le distanze.

Prima della fine del primo tempo ci provano ancora Di Renzo, Damiani e Garrasi ma senza cambiare il risultato.

Seconda frazione che inizia con l'entrata in campo di Brega al posto di Damiani, ma a segnare nuovamente al 2' è Di Renzo imbeccato questa volta da Fortunato.

I bianconeri non ci stanno e sentono di essere in debito con la sorte, arriva infatti al 50' il gol di Croci che riaccende le speranze lavagnesi, al 53' Oneto e al 66' Brega provano con tutti i mezzi a trovare la rete ma Bambino è bravo in entrambe le occasioni, al 68' prima Balestrero e poi Garrasi cercano la porta senza trovarla, porta che viene invece trovata ancora da Di Renzo che imbeccato nuovamente da Semioli trafigge l'incolpevole Gilli.

Questo è di fatto il gol che taglia le gambe alla squadra di Dagnino e che fa capire quanto storta sia la giornata odierna.

Prima della fine c'è ancora tempo per le occasioni create da Brega al 94' e da D'Antoni al 95' ma la partita ormai è chiusa.

Due giorni di riposo concessi dal Mister ai ragazzi serviranno per scaricare le tensioni accumulate quest'oggi, poi sotto con due settimane impegnative nelle quali dovranno essere affrontate Pro Settimo in casa e Acqui in trasferta, due gare difficili ma sulla carta decisamente alla portata di questa Lavagnese.

Chieri - Bambino, Venturello, Gueye, Mazzotti, Zammuto (66' Giacomoni), Benedetto, Semioli (76' Masella), Fortunato (69' Milani), D'Antoni, Di Renzo, Simone.

A disposizione Gilardi, Benassi, Pasciuti, Perrone, Cimmarusti, Pasquero. All. Manzo.

Lavagnese - Gilli, Oneto (80' Repetto), Garrasi, Avellino, Ferrando (72' Chiarabini), Brusacà, Balestrero, Damiani (46' Brega), Croci, Forte, Currarino.

A disposizione Parma, Casassa, Salomone, Genovali, Taormina, Galligani. All. Dagnino.

Arbitro Signor Francesco Luciani di Roma 1.

Assistenti Signori Marco Pellegrinelli di Lovere e Stefano Cortinovis di Bergamo.

Ammoniti Venturello (C) - Croci, Ferrando e Balestrero (L).

Possesso palla Chieri 45% - Lavagnese 55%.

Tiri Chieri 11 (8 in porta) - Lavagnese 14 (11 in porta).

Calci d'angolo 7-2 per la Lavagnese.

Falli commessi Chieri 18 - Lavagnese15.

Reti: 2' D'Antoni - 33' Di Renzo - 40' Croci - 47' Di Renzo - 50' Croci - 74' Di Renzo.

#seried #primasquadra

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991