Cerca

La Lavagnese ridimensiona anche il Gozzano.



Lavagnese che per l'ennesima volta si rivela devastante tra le mura amiche, alla decima vittoria interna, tredicesimo risultato utile consecutivo e imbattuta da 667 minuti...

Sono numeri importanti che non devono far distogliere dall'obiettivo primario che è e rimarrà sempre quello dei play-off.

Detto questo oggi prova leggermente sotto tono dei ragazzi di Dagnino che non hanno però lasciato alcuna occasione al Gozzano.

Nei primi minuti partono forte i piemontesi anche se le conclusioni in porta arrivano dai bianconeri con Currarino al 4', Forte al 7' e Oneto al 9' che colpisce l'incrocio dei pali da posizione defilata.

Al 13' infortunio per Troiano che deve lasciare il posto ad Alliata, 5 minuti più tardi Sarr commette un ingenuo fallo di reazione ai danni di Ferrando colpendolo con una manata al volto e si becca il rosso diretto.

Al 21' Croci si libera bene in area ma al momento del tiro Fogacci lo atterra causando il rigore che Avellino trasforma spiazzando freddamente Milan.

Il primo tiro dei rossoblù arriva al 26' con Marino che impegna timidamente Gilli.

Al 36' lo stesso Gilli calcia dal limite ma uscendo dall'area con le mani, Pirriatore lo ammonisce e assegna un calcio di punizione che Guidetti spreca sul fondo.

Al 41' Croci e al 42' Forte provano a chiudere la partita ma trovano sulla loro strada un intrepido Milan.

La seconda frazione si apre con la sostituzione di Garrasi per il neo acquisto Brega e nove minuti più tardi il Gozzano sostituisce Scaramozza con Moretto.

In questa fase di convulso gioco a centrocampo ne fanno le spese Ferrando e Mikaylovskiy che vengono ammoniti, poco dopo è Armato a rilevare Tettamanti.

Al 63' Currarino prova la conclusione impegnando Milan a terra.

Tre minuti più tardi Avellino prova la conclusione ma Milan è ancora bravo a respingere, ne approfittà però Forte che con un millimetrico pallonetto insacca la sfera al sette per il meritato raddoppio.

Da qui in poi la Lavagnese pensa maggiormente a non subire gol che a farlo, ci provano infatti Marino, Armato e Scarpato ma non trovano neppure lo specchio della porta, al contrario l'occasione più pericolosa capita sui piedi di Croci al 76' ma Milan è ancora bravo a bloccare.

C'è ancora tempo per le entrate di Salomone e Galligani al posto di Currarino e Brusacà diffidato.

All' 88' anche Brega ci prova calciando forte ma trovando sulla sua strada un difensore avversario.

L'ultimo sussulto della partita arriva dal Gozzano che prova a violare la porta bianconera con un tiro insidiso di Guidetti parato senza problemi da Gilli.

Lavagnese - Gilli, Oneto, Garrasi (46' Brega), Avellino, Ferrando, Brusacà (82' Salomone), Balestrero, Damiani, Croci, Forte, Currarino (85' Galligani).

A disposizione Parma, Casassa, Genovali, Taormina, Chiarabini, Repetto. All. Dagnino.

Gozzano - Milan, Gualandi, Scarpato, Scaramozza (55' Moretto), Fogacci, Mikaylovskiy, Tettamanti (62' Armato), Marino, Guidetti, Troiano (13' Alliata), Sarr.

A disposizione Donetti, Pici, Gemelli, Giardino, Oliboni, Martignoni. All. Viganò.

Arbitro Signora Graziella Pirriatore di Bologna.

Assistenti Signori Matteo Cantara e Simone Carloni di Ravenna.

Ammoniti al 10' Oneto, al 21' Fogacci, al 36' Gilli, al 58' Ferrando.

Espulso per fallo di reazione Sarr al 18'.

Possesso palla Lavagnese 55% - Gozzano 45%.

Calci d'angolo 3-3.

Tiri (in porta) Lavagnese 16 (11) - Gozzano 6 (2).

Falli commessi Lavagnese 10 - Gozzano 12.

Spettatori circa 200.

Reti al 21' Avellino su rigore - al 66' Forte.

#primasquadra #seried

0 visualizzazioni

USD LAVAGNESE 1919

 Via Edoardo Riboli 55, 16033 - Lavagna (GE)

 Tel. 0185.321 777 -  Fax 0185.303 371

 C.F. 90038360104  -  P.IVA 00208350991

Copyright 2015-2018 ©Tutti i diritti riservati.

LOGO USD LAVAGNESE 1919

powered by BWS