top of page

Un pareggio che sta decisamente stretto alla nostra Juniores, con l' R.G.Ticino è 2-2




Primo pareggio dopo 22 giornate di Campionato ma sicuramente un pareggio decisamente stretto ai nostri Ragazzi che, in una giornata tutt'altro che primaverile, non sono riusciti ad avere la meglio sulla compagine novarese solamente per qualche frenesia di troppo e per la prontezza del loro estremo difensore.


S inizia sotto un sole tiepido, partiamo forte e convinti, passano solamente 6' e guadagniamo un penalty solare che il Sig.Bartolotta di Genova ci concede, sul dischetto il nostro capocannoniere D'Alessandro che dopo breve rincorsa spiazza Magliocco per il vantaggio bianconero.


I Ragazzi sono in palla, Cosentino e Raffo sulle corsie spingono incessantemente, Vatteroni e Modica gestiscono il centrocampo, D'Alessandro e Lauro giostrano sicuri in avanti, su una ripartenza al 14', D'Alessandro vede Magliocco ben fuori dalla sua area, supera il centrocampo e s'inventa un gol strepitoso da oltre 40 metri, "uccellando" l'estremo difensore piemontese, inutilmente proteso a recuperare sulla velenosissima parabola del nostro Bomber, gol raro al Riboli che consolida la nostra supremazia dopo quindici minuti di gioco.


Gli infreddoliti spettatori del Riboli immaginano una passeggiata ma il calcio è sport "strano" ed imprevedibile, il tempo di gioire per la prodezza di D'Alessandro, passano 3 minuti e Tafa ci sorprende un po' distratti dietro, l'RG Ticino accorcia le distanze e rientra in partita, un primo tempo davvero scoppiettante con occasioni da entrambo le parti, peccato che i Bianconeri non riescano a mantenere il vantaggio, infatti, al 27', i piemontesi scendono centralmente, scambio tra Repossini e Burlone, quest'ultimo inquadra lo specchio della porta e fulmina un incolpevole Agosta sulla sua sinistra con un tiro radente che finisce vicino al palo e si insacca


Rientriamo negli spogliatoi ed il clima al Riboli si imbroncia, al 1' minuto un improvviso temporale misto acqua e grandine rende difficile giocare, il terreno s'imbianca per la grandine caduta, i controlli diventano complessi ma i nostri Ragazzi non demordono, anzi, occupiamo costantemente la loro metà campo, al 61' il Sig. Bartolotta commette un grave errore non vedendo un retropassaggio intenzionale di Francisco a Magliocco che prende la palla con le mani, sarebbe stata punizione a due in area ma si va avanti tra le proteste di Lauro e compagni.


La pressione per chiudere l'incontro aumenta, ancora D'Alessandro, al 68' colpisce un palo clamoroso e Raffo, al 71' si vede annullare il gol del 3-2 per un off side, continuiamo a crederci, all'82' Lauro si divincola in area, vede la porta, colpisce di destro ma Magliocco intercetta negando l'ultima speranza alla compagine di casa, le energie latitano, qualcuno ha i crampi ed il triplice fischio ci vede rammaricati per non essere riusciti a vincere un incontro che per larghi tratti abbiamo dominato, due piccole distrazioni ci hanno punito in un'annata in cui, verso la dea bendata, abbiamo qualche rivalsa da fare, complimenti comunque alla Lavagnese per averci sempre creduto e per aver espresso una costante crescita nel gioco di squadra.


Sabato 9 aprile saremo di scena sul palcoscenico prestigioso del "De Paoli" di Chieri contro una forte compagine che abbiamo battuto all'andata con una prestazione superlativa, calcio d'inizio alle 15.00

26 visualizzazioni0 commenti
bottom of page