Serie D: tanto impegno e determinazione, con il Chieri tre punti d'oro!



Gran bella vittoria oggi al Riboli contro un'avversaria tosta e caparbia.

L'undici di mister Morgia parte subito a testa bassa e al 9' Sbordone dal limite dell'area destro lascia partire una sassata che si schianta sulla base del palo opposto con Nassano immobile.

Al quarto d'ora ci provano Johnson per il Chieri e Bellucci per la Lavagnese ma i rispettivi numeri uno sono pronti a respingere le incursioni nemiche. Al 19' però la Lavagnese lascia tutti di stucco, un'azione orchestrata dal rinvio di Nassano che giunge a Bellucci il quale serve con un perfetto taglio l'accorrente D'Orsi che s'insinua tra le maglie avversarie e trafigge l'incolpevole Luppi.

Al 21' entrambi gli Oneto provano la conclusione ma l'estremo difensore piemontese è ben presente e sventa le minacce bianconere.

La partita si fa spigolosa e Giacinti rimedia al 25' il primo giallo della gara per un netto fallo ai danni di Romanengo. Al 40' anche Edo Oneto viene ammonito per un duro intervento ai danni di Giacinti, nei minuti finali della prima frazione i padroni di casa reclamano per un sospetto contatto in area tra un difensore ospite e D'Orsi che però il signor Luca De Angeli di Milano decide di non sanzionare.

La ripresa si apre con una buona Lavagnese che intorpidisce la manovra piemontese tant'è vero che Melandri spreca in malo modo da posizione favorevole.

Prima dell'ora di gioco mister Morgia cerca di dare freschezza alla manovra dei suoi inserendo Pautassi e Di Lorenzo al posto di Della Valle e Casanova ma ad essere pericolosa è la Lavagnese con Edo Oneto che, liberatosi bene dalla marcatura avversaria, colpisce il palo da distanza ravvicinata.

Poi grandinata di sostituzioni per cambiare il risultato con Nucera che inserisce Perasso, Bonaventura e Alluci al posto di Bellucci, D'Orsi e Basso G. e Morgia che manda in campo Campagna, Bragadin e Ozara al posto di Giacinti, Varano e Sbordone ma il risultato non cambia. In questa convulsa fase finale della gara tanti falli e azioni molto frammentate che costano l'ammonizione e Basso G., Pautassi, Di Lorenzo, Romanengo e Alluci.

Poi il triplice fischio che vale una grande vittoria e tre punti d'oro per Avellino e compagni che nelle prossime due giornate saranno chiamati alla conferma su due dei terreni più ostici al momento ovvero Fezzano e Bra...


LAVAGNESE: Nassano, Bacigalupo, Di Vittorio, Avellino, Basso G. (76' Alluci), Casagrande, Oneto L., Romanengo, Oneto E., D'Orsi (76' Bonaventura), Bellucci (67' Perasso).

A disposizione Costa, Mannucci, Lamonica, Bagnato, Righetti, Basso S.. All. Gianni Nucera.

CHIERI: Luppi, Nouri, Casanova (59' Di Lorenzo), Giacinti (67' Campagna), Benedetto, Conrotto, Melandri, Della Valle (54' Pautassi), Johnson, Varano (70' Bragadin), Sbordone (80' Ozara).

A disposizione Bertoglio, Bellocchio, Di Sparti, Barcellona. All. Massimo Morgia.


Arbitro Signor Luca De Angeli di Milano.

Assistenti Signori Giuseppe Lipari di Brescia e Adriano Gervasoni di Bergamo.

Ammoniti al 25' Giacinti, al 40' Oneto E., al 72' Basso G., al 77' Pautassi, al 79' Di Lorenzo, all'84' Romanengo e al 93' Alluci.

Note: ammonito mister Morgia (Chieri).

Possesso palla: 47-53 %

Tiri (in porta): Lavagnese 9 (6) - Chieri 8 (5).

Calci d'angolo 4 - 8.

Falli commessi: 19-14.

Rete: al 19' D'Orsi.

#seried #campionatoditalia #centannidilavagnese #primasquadra #LAVCHI #lavagnesechieri

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991