Serie D: nonostante tutto...un punto meritato e prezioso.



La giornata comincia nel peggiore dei modi, purtroppo nella notte viene a mancare improvvisamente la mamma di Edo Oneto, una notizia che scuote il team bianconero, Edo parte comunque con la squadra, vuole esserci e vuole dare il suo contributo e lo darà...ma non finisce qui perchè poco prima dell'inizio della gara un'altra triste notizia raggiunge Avellino e compagni, ci lascia anche il nonno di Luca Casagrande, l'atmosfera è surreale ma tutti vogliono dare il massimo e contribuire alla causa.

La partita giocata... il primo sussulto arriva all'8' quando improvvisamente Mariani lascia partire un potente tiro dai trenta metri che Scatolini disinnesca senza problemi. Al 30' la Lavagnese recrimina per un evidente fallo da rigore su Alluci che però ne Crescenti ne Consonni decidono di sanzionare, la prima frazione si chiude così senza sussulti o azioni di particolare rilievo.

Dopo soli tre minuti dall'inizio della seconda frazione fa il suo ingresso in campo Edo Oneto al posto di El Hadj Katim e alla prima azione rischia già di lasciare il segno, Oneto viene servito in profondità e colpisce con una splendida incornata a giro che si stampa sul palo lontano alle spalle di Bagheria tanto che anche Rossini viene colto di sorpresa e non riesce a ribadire in rete da posizione defilata.

Al 55' è Alluci a provare la conclusione senza fortuna, poi il primo cambio con Mariani che lascia il posto a Ghini e poco dopo un'altra conclusione di Edo Oneto viene respinta da un difensore avversario. Al 61' Casagrande sostituisce Alluci, già ammonito e graziato e un minuto più tardi su una mischia in area Fanucchi la spinge in rete ma il gol viene annullato per evidente fuorigioco.

Al 65' Simone Basso entra al posto di Luca Oneto e quattro minuti dopo Tomi calcia di prima ma il suo tiro finisce alto sopra l'incrocio dei pali alla destra di Scatolini. Al 72' Tripoli si trova libero al limite e il suo tap-in finisce di un soffio a lato, sul contropiede che ne scaturisce Rossini è bravo a immolarsi e a deviare sul fondo una potente conclusione ravvicinata di Regoli.

Tra il 77' e l'82' ben cinque cambi modificano l'aspetto delle due formazioni, nel Prato triplo cambio al 79' con Akammadu, Cecchi e Carli che rilevano Gargiulo, Regoli e Kouassi, nella Lavagnese doppia sostituzione con Bonaventura che al 77' rileva Cantatore e Queirolo che che all'82' sostituisce Romanengo.

All'87' grande occasione per il Prato con Ghini che da fuori area colpisce di controbalzo l'incrocio dei pali illudendo il Nelli, ma non è l'ultimo brivido perchè, complice l'ingresso in campo di Diarrassouba al 91' per Fanucchi, il recupero viene allungato di un minuto e proprio in questo lasso di tempo Tripoli sguscia tra le maglie azzurre e si libera sul limite destro, la sua conclusione però non è fortunata e viene miracolosamente resa inoffensiva dal prodigioso intervento dell'estremo difensore pratese.

Alla fine un punto prezioso e soprattutto, in una grigia giornata di febbraio, il sesto risultato utile consecutivo per mister Nucera e i suoi ragazzi. Domenica al Riboli arriverà il Savona, gara difficile ma che si può e si deve vincere per riagganciare la salvezza diretta adesso a soli tre punti.


PRATO: Bagheria, Gentili, Tomi, Gargiulo (79' Akammadu), Giampà, Bassano, Regoli (79' Cecchi), Mariani (56' Ghini), Fanucchi (91' Diarrassouba), Banegas, Kouassi (79' Carli).

A disposizione Piretro, Diana, Sciannamè, Marini. All. Vincenzo Esposito.

LAVAGNESE: Scatolini, Oneto L., (65' Basso S.) Di Vittorio, Avellino, Basso G., Rossini, Cantatore (77' Bonaventura), Romanengo (82' Queirolo), El Hadj Katim (48' Oneto E.), Alluci (61' Casagrande), Tripoli.

A disposizione Nassano, Bacigalupo, Di Lisi, Bei. All. Gianni Nucera.


Arbitro Signor Ignazio Crescenti di Trapani.

Assistenti Signori Manuel Marchese di Pavia e Vittorio Consonni di Treviglio.

Ammoniti Regoli e Gentili (P), El Hadj Katim e Alluci (L).

Possesso palla : 52 - 48 %

Tiri (in porta) : Prato 8 (3) - Lavagnese 6 (3).

Calci d'angolo 4 - 3.

Falli commessi: 16 - 12.


#seried #campionatoDItalia #centannidilavagnese #primasquadra #PRALAV #pratolavagnese

182 visualizzazioni

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli ,42

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991