Serie D: al Riboli vittoria che vale doppio, Casale domato e abbattuto.



Domenica da incorniciare per i ragazzi di Gianni Nucera che hanno dimostrato a questo punto di potersela giocare con tutti. Complici i movimenti di mercato giusti operati dal Ds Simone Adani e l'amalgama creata dal tecnico tra vecchi e nuovi, la Lavagnese sembra aver trovato il giusto equilibrio anche se c'è ancora tanto da lavorare per migliorare e raggiungere l'obiettivo salvezza.

La gara non comincia nel migliore dei modi per capitan Avellino che al 9' deve uscire per una brutta botta alla schiena rimediata in un'azione di gioco, al suo posto entra Queirolo che sarà poi tra i migliori in campo.

Nei primi venti minuti il Casale è padrone del campo e la Lavagnese fa fatica a mettere la testa fuori dal guscio anche se riesce sempre a rintuzzare gli attacchi dei nerostellati, le prime vere occasioni capitano sui piedi a Di Lernia al 20' che calcia di poco a lato e a Poesio che al 23' si vede ribattere la conclusione a botta sicura da Casagrande.

Al 29' la grande occasione per il Casale, Di Renzo va via in area a Bacigalupo che ingenuamente lo stende procurando un calcio di rigore che Scatolini (ex di turno) neutralizza intuendo la direzione del tiro e respingendo la bordata del numero 9.

Al 35' Poesio ci prova dalla distanza impegnando Scatolini peraltro sempre pronto e concentrato, verso la fine della prima frazione si vede la Lavagnese con Tripoli che al 42' calcia di pochissimo a lato e due minuti più tardi con Edo Oneto e Romanengo che vedono le loro conclusioni infrangersi sui corpi avversari.

Un primo tempo di contenimento con un Casale più propositivo ma una Lavagnese attenta a ripartire pungente.

Al 51' Scatolini dimostra di vestire meritatamente la maglia numero 1 distendendosi e parando con sicurezza una bordata ravvicinata di Lamesta, poi al 54' Edo Oneto colpisce di testa non centrando la porta da posizione favorevole.

Al 60' una ghiotta occasione capita a Tripoli che non raccoglie di prima intenzione il filtrante di Casagrande e perde il tempo per la conclusione che viene smorzata da un difensore ospite, Tripoli che si ripete al 63' quando dalla breve distanza impegna seriamente Tarlev bravo a disinnescare il tap-in del 10 bianconero.

Dal 75' girandola di cambi con Nucera che inserisce Simo Basso per Tripoli e mister Buglio che cambia Todisco e Lamesta con Vecchierelli ed El Khayari, poco dopo ancora Edo Oneto non riesce ad agganciare uno splendido passaggio di Simo Basso al limite dell'area.

All'82' viene allontanato mister Buglio per le veementi proteste della panchina nerostellata che voleva l'assegnazione di un dubbio calcio di punizione.

All'85 Simo Basso guadagna un corner alla destra della metà campo del Casale e calcia con grande precisione sulla testa di Cantatore che con un puntuale tocco spedisce la sfera a fil di palo imparabilmente!

Nei concitati minuti finali la Lavagnese è brava ad amministrare senza rischiare nulla, gli innesti di Di Vittorio e Bagnato per Perasso e Cantatore e la risposta avversaria di Cappai per Di Lernia non cambieranno le sorti di un incontro destinato ad essere a lungo ricordato per il coraggio e la tenacia dei bianconeri di Nucera nel conseguire un'importantissima vittoria e che domenica affronteranno un altro duro scoglio, la Sanremese di mister Ascoli, ma questa sera la testa è leggera e la festa meritata...


LAVAGNESE: Scatolini, Oneto L., Casagrande, Avellino (9' Queirolo), Bacigalupo, Basso G., Perasso (86' Di Vittorio), Romanengo (46' Bonaventura), Oneto E.,Tripoli (75' Basso S.), Cantatore (89' Bagnato).

A disposizione Nassano, Di Lisi, Mannucci. All. Gianni Nucera.

CASALE: Tarlev, Bianco, Fabbri, Todisco (76' Vecchierelli), Cintoi, Villanova, Coccolo, Poesio, Di Renzo, Di Lernia (89' Cappai), Lamesta (76' El Khayari).

A disposizione Hoxha, Pisanello, Mullici, Provera, Sadouk, Buglio. All. Francesco Buglio.


Arbitro Signor Marco Marchioni di Rieti.

Assistenti Signori Alberto Amoroso di Piacenza e Davide Merciari di Rimini.

Ammoniti Romanengo, Cantatore e G. Basso (L), Cintoi, Fabbri, Poesio, Di Renzo (C).

Allontanato all'82' mister Francesco Buglio per proteste.

Al 29' Scatolini para un rigore a Di Renzo.

Possesso palla : 48 - 52 %

Tiri (in porta) : Lavagnese 9 (5) - Casale 10 (6).

Calci d'angolo 3 - 5.

Falli commessi: 12 - 18.

Rete: 85' Cantatore.

#seried #campionatoDItalia #centannidilavagnese #primasquadra #LAVCAS #lavagnesecasale

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991