Juniores Under 19: annata positiva, l'ultima vale un buon pari a Casale.


di Massimo Ferrarotti


Difficile raccontare la gara di oggi tra Casale e Lavagnese, una cosa è certa, i nostri ragazzi sono

riusciti nell’impresa ardua di resuscitare, con un autogol ed un rigore in 7’, una squadra, il Casale

appunto che per tutta la gara non aveva mai tirato verso la nostra porta e che, sullo 0-2, pensava più a

non prendere il terzo che a rimontare il risultato.

Gara davvero strana, come il meteo del resto, alle 14.30, orario del fischio d’inizio, sono ben 18 i gradi

del Bianchi e noi aggrediamo subito e con decisione i nostri avversari, vogliamo i tre punti per rimanere

attaccati al treno dei play-off e tutti i ragazzi hanno un piglio nei primi 20’ di gioco tambureggiante,

arriviamo in area piemontese, per l’ultimo decisivo tocco, almeno 4 volte, il pressing è asfissiante,

rubiamo palla su palla, a destra facciamo davvero male alla loro retroguardia ed infatti, al 18’ andiamo

in gol con un decisivo tap-in di capitan Demetri sulla linea di porta, per tutti noi con il petto, per il

Direttore di gara con l’avambraccio e la marcatura viene incredibilmente annullata, sarà la prima di un

trittico di decisioni, nello svolgimento della gara, francamente molto discutibili.

Come se nulla fosse accaduto continuiamo a premere in avanti, i nostri avversari non ci prendono mai

e su corner di Scorza arriva, al 30’ l’incornata di giustezza di Tommy Mannucci per lo strameritato

vantaggio bianconero, avversari sempre a difendere, estremo difensore che rischia più di una volta

alleggerendo di piede e gara che arriva al termine della prima frazione con un credito, per la Lavagnese

di almeno 5/6 occasioni da gol a zero.

Ritorniamo sul terreno sintetico del Bianchi di Casale e la prima avvisaglia di una giornata “stortina”

arriva con l’infortunio di Ferrari a destra, mister Barilari chiama nella mischia Bei, rimescola le carte in

difesa e la gara riparte con un Casale più tonico ed i bianconeri che controllano in scioltezza, magari

qualche leziosità di troppo la potremmo evitare ma quando la palla arriva a Bei, per gli avversari i

problemi si moltiplicano, tanta è la differenza di tecnica e determinazione, sciupiamo qualche altra

ripartenza e la gara si fa nervosa, saranno alla fine ben 8 i gialli, 6 a 2 per il Casale ed anche un rosso, per doppia ammonizione a Bertolotti.

In 11 contro 10 arriva il raddoppio, punizione di Bei e tocco di avambraccio, attaccato al corpo in area

dl Perinetti seconda decisione discutibile del Signor Carsenzuola e penalty che Bei realizza al 29’

spiazzando Hoxha. Siamo sullo 0-2 e dobbiamo soltanto portare al 90esimo l’incontro e qui il calcio

diventa davvero sport incredibile, mister Barilari effettua un paio di sostituzioni per far rifiatare Lauro e

Biggio, il match si capovolge in maniera inaspettata, passano 5’ ed il Casale si trova ad accorciare le distanze, grazie ad un maldestro rinvio di Mutti, ahimè nella propria porta ed ora le gambe tremano, un

po’ di stanchezza affiora, non siamo più sicuri, la palla scotta e così, come in una sceneggiatura già

scritta, palla profonda verso Cappuccio, Palma esce toccando la palla ma travolgendo anche

l’attaccante del Casale, l’arbitro ci pensa un secondo e indica il dischetto nello sconforto di tutti i

bianconeri, va Perinetti che centralmente batte Palma e sigla, al 41’, quello che per i padroni di casa è

un miracolo sportivo, ovvero il pareggio.

Saranno alla fine 6 i minuti di recupero, cerchiamo in maniera sterile di ritornare in vantaggio con i tiri

di Durand, Orlando e Pantini ma la giornata è segnata ed il pareggio si concretizza al triplice fischio del

Signor Carsenzuola di Legnano, visi tesi nello spogliatoio bianconero, avremmo voluto regalarci un Natale

a quota 26, abbiamo comunque conseguito il 7^ risultato utile consecutivo, certo che questi due punti

mancati bruciano assai, soprattutto per come sono maturati, ora testa al meritato riposo ed alla festa

del settore giovanile di lunedì sera, lo spazio per rimuginare durerà davvero poco, sabato 4 gennaio,

alla ripresa del Campionato saremo a Chieri, per la prima di ritorno, all’andata fu spettacolo di gioco, ci

sconfissero per 2-3, oggi il Chieri ha regalato ai propri tifosi un 5-5 in casa con il Fossano capolista,

auguriamoci che la loro difesa sia così allegra anche con noi.

Buon Natale e felice 2020 a tutta la Famiglia bianconera!


CASALE: Hoxha, Giusio, Bytici (46' Bettonte), Massone (56' Perinetti), Castagna (32' Spagnolo), Graziano, Bertolotti, Misbah (68' Mauriello), Cappuccio (59' Tosi), Provera, Chiesa.

A disposizione Di Iorio, Fontana, Lanza. All. Fabrizio Luongo.

LAVAGNESE: Palma, Ferrari (46' Bei), Mutti (88' Farina), Demetri, Mannucci, Profumo, Pantini, Scorza, Lauro (61' Durand), Biggio (73' Rustichelli), Orlando.

A disposizione Ventura, Barzacchi, Ghersi, Spaho. All. Enrico Barilari.


Arbitro Signor Fabrizio Carsenzuola di Legnano.

Assistenti Signori Kelmend Meta e Matteo Vallone di Alessandria.

Ammoniti Hoxha, Giusio, Bertolotti, Provera, Chiesa, Perinetti (C), Palma, Scorza (L).

Espulso al 73' Bertolotti (C) per somma di ammonizioni.

Calci d'angolo 4 - 4.

Reti: 30' Mannucci, 74' Bei rigore, 79' Mutti autorete, 86' Perinetti rigore.


#junioresnazionali #under19 #centannidilavagnese #casalelavagnese

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991