Serie D : Lavagnese stesa in casa da un Bra ermetico e cinico.



Ritmo altalenante più che mai quest'anno per i ragazzi allenati da Luca Tabbiani.

Dopo la disastrosa prestazione di 15 giorni fa in casa con l'Arconatese e la sofferta vittoria di Inveruno domenica scorsa, un'altra prestazione opaca quest'oggi al Riboli contro un Bra sigillato ermeticamente e cinico al punto da sfruttare una delle poche palle avute al limite.

Nella prima frazione Caruso esce bene al 5' sui piedi di Casolla che si allunga troppo la palla in area, al 17' Sana deve lasciare il terreno di gioco anzitempo per un infortunio al ginocchio, al suo posto subentra Massucco.

La Lavgnese costruisce ma non sfonda, al 23' il tiro di Purro si spegne ampiamente sul fondo, mentre al 31' Caruso è bravo ad arpionare un missile che sguscia tra le gambe dei difensori bianconeri.

Al 38' Casagrande e Fonjock disinnescano un fendente laterale di Brancato prima che raggiunga il centro dell'area di rigore.

Nella seconda frazione la prima palla buona è per i bianconeri con Fonjock che serve Casagrande in profondità anticipato però da Bonofiglio con tempismo perfetto.

Al 51' e al 58' Gonella impegna Caruso che gestisce entrambi gli interventi con autorità.

Al 63' Saccà rileva El Khayari per provare a dare maggior dinamicità alla manovra offensiva e sei minuti dopo Di Pietro rileva Tos.

Al 76' il Bra ottiene un calcio d'angolo grazie alla deviazione di Purro su tiro di Vergnano dal limite.

Quattro minuti più tardi Bonaventura si fa espelle per somma di ammonizioni fermando Barale involato verso la rete; dalla punizione che ne scaturisce il Bra trova il vantaggio grazie al tocco di Dolce per Rossi che la insacca alla destra di Caruso.

All'86' l'ultimo cambio con De Santi che rileva l'acciaccato Gonella. Nei minuti finali clamore per un calcio di rigore chiesto da Avellino e compagni per un sospetto fallo in area su Saccà ma che il Direttore Pacella di Roma 2 non ritiene sanzionabile.

Domenica prossima Lavagnese chiamata all'impresa sul durissimo terreno del Palli di Casale senza lo squalificato Bonaventura.

LAVAGNESE - Caruso, Casagrande, Queirolo, Avellino, Fonjock, Tos (69' Di Pietro), Basso S., El Khayari (63' Saccà), Oneto, Bonaventura, Purro.

A disposizione Nassano, Bacigalupo, Vinasi, Alluci, Romanengo, Gnecchi, Basso G. All. Luca Tabbiani.

BRA - Bonofiglio, Sana (17' Massucco), Rossi, Barale, Bettati, Dolce, Brancato, Gonella (86' De Santi), Casolla, Vergnano, Quitadamo.

A disposizione Grande, Tettamanti, Petracca, Leo, D'Antoni, Morra, Manuali. All. Fabrizio Daidola.

Arbitro Signor Fabrizio Pacella di Roma 2.

Assistenti Signori Duccio Angelini di Empoli e Alberto Rinaldi di Pisa.

Ammoniti Casagrande, Di Pietro, Avellino (L).

Espulso per somma di ammonizioni Bonaventura (L) all'80'.

Possesso palla 52-48%

Tiri (in porta) Lavagnese 5(0) - Bra 10(5).

Calci d'angolo 6-5.

Falli commessi 24-10.

Rete: 80' Rossi.

#seried #primasquadra

0 visualizzazioni
LOGO USD LAVAGNESE 1919

       USD LAVAGNESE 1919

            Via Edoardo Riboli 55

            16033 - Lavagna (GE)

          P.IVA 00208350991