Cerca

Juniores: la Lnd pubblica il regolamento della fase finale.


Il Presidente della L.N.D. Antonio Cosentino, ha stabilito le seguenti modalità di svolgimento della attività Juniores direttamente organizzata per la stagione sportiva 2015/2016.

Lo svolgimento della relativa Fase Finale del Campionato Nazionale Juniores, è disciplinata da apposito Regolamento che costituisce parte integrante del presente Comunicato Ufficiale.

REGOLAMENTO

ART. 1 - MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Lo svolgimento del Campionato Nazionale Juniores della stagione sportiva 2015/2016, è articolato nelle seguenti fasi.

Prima fase

Partecipano tutte le squadre iscritte, secondo il normale sviluppo stabilito dal calendario.

Fase finale

Alla fase finale vengono ammesse direttamente le società classificate al primo posto nei singoli gironi di appartenenza al termine del corrente campionato, che accederanno direttamente agli ottavi di finale; la migliore classificata delle squadre della Serie D in ciascun Campionato Regionale Juniores del C.R. Sicilia e del C.R. Sardegna; le vincenti dei Play-off di ciascun girone che si svolgeranno secondo le seguenti modalità: partecipano a detta fase le società classificate al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ciascuno dei singoli gironi in cui si articola il Campionato Nazionale Juniores; dette società si incontreranno in gara unica, in casa della squadra meglio classificata nel campionato, secondo i seguenti abbinamenti:

- squadra classificata al 2° posto contro squadra classificata al 5° posto

- squadra classificata al 3° posto contro squadra classificata al 4° posto

In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari; persistendo la parità accederà alla gara successiva, contro la vincente dell’altro abbinamento dello stesso girone, la società meglio classificata al termine del campionato.

Per l’accesso alla fase successiva della competizione (triangolari/abbinamenti) le due squadre vincenti il turno precedente di cui sopra si incontreranno, a loro volta, in gara unica, in casa della squadra meglio classificata in campionato. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari; persistendo la parità accederà la società meglio classificata al termine del campionato.

Le tredici squadre ammesse, verranno suddivise in tre triangolari e due abbinamenti con gare di andata e ritorno. I singoli triangolari e i successivi accoppiamenti degli ottavi e dei quarti di finale saranno determinati da oggettivi criteri di prossimità geografica.

Le undici società classificate al primo posto nei singoli gironi di appartenenza, le tre squadre vincenti il rispettivo triangolare e le due società vincenti gli accoppiamenti, suddivise a gruppi di due in abbinamento, si incontreranno in gare (ottavi) di andata e ritorno ad eliminazione diretta.

Le otto squadre vincenti il rispettivo abbinamento, si incontreranno in gare (quarti) di andata e ritorno ad eliminazione diretta.

Le quattro squadre vincenti le gare dei quarti di finale saranno abbinate per sorteggio nelle due gare di semifinale che si svolgeranno in gara unica ed in campo neutro.

Le vincenti disputeranno la finale in gara unica in campo neutro e concluderà la manifestazione l’assegnazione del Titolo di Campione Nazionale Juniores.

Le gare di semifinale e finale saranno organizzate dal Dipartimento Interregionale.

ART. 2 – PARTECIPAZIONE CALCIATORI

Al Campionato Nazionale Juniores possono prendere parte, se regolarmente tesserati per la stagione in corso per le rispettive società, tutti i calciatori nati dal 1° gennaio 1997 in poi e che, comunque, abbiano compiuto il 15° anno di età; è consentito altresì impiegare fino ad un massimo di tre calciatori “fuori quota”, di cui due nati dal 1° gennaio 1996 in poi ed uno senza alcun limite di età.

Si rammenta, che come riportato sul C.U. n. 1 del 1/7/2014, nella fase finale (play off di girone, triangolari, ottavi, quarti, semifinali e finali) non è consentito impiegare alcun calciatore “fuori quota”.

A conferma di quanto pubblicato sul C.U. n. 1 punto P/19, è consentita la sostituzione di tre calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto.

ART. 3 – MODALITÀ TECNICHE – GRADUATORIE

a) Gare prima fase e Play-off

Nella ipotesi di ex equo tra due o più società, per definire quella classificata al primo posto in ciascuno dei singoli gironi, si applicano le disposizioni previste dall’art. 51 delle N.O.I.F., procedendo alla compilazione di una graduatoria (c.d. “classifica avulsa”) fra le squadre interessate, tenendo conto nell’ordine:

- dei punti conseguiti negli incontri diretti fra tutte le squadre

- della differenza tra reti segnate e subite nei medesimi incontri

- della differenza tra reti segnate e subite nell’intero Campionato

- del maggior numero di reti segnate nell’intero Campionato

- del sorteggio

Nella ipotesi che al termine del Campionato si verifichino situazioni di parità fra due società classificate all’ultimo posto utile per la qualificazione dei Play-off (2°, 3°, 4° e 5° ed eventualmente 6° posizione), ovvero in caso di parità di punteggio fra due o più squadre al termine del Campionato, si procederà secondo i medesimi criteri innanzi indicati, giusta quanto disposto dall’art. 51 delle N.O.I.F.

Se il distacco tra le squadre 2° e 5° classificata, è pari o superiore a 8 punti l’incontro di Play off non verrà disputato e la 2° classificata passerà al turno successivo.

Se il distacco tra le squadre 3° e 4° classificata, è pari o superiore a 8 punti l’incontro di Play off non verrà disputato e la 3° classificata passerà al turno successivo.

b) Triangolari

- la squadra che riposerà nella prima giornata verrà determinata per sorteggio, così come la squadra che disputerà la prima gara in trasferta;

- riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta;

- nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.

Per determinare la squadra vincente si terrà conto nell’ordine:

a) dei punti ottenuti negli incontri disputati;

b) della migliore differenza reti;

c) del maggior numero di reti segnate;

d) della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina del Campionato Nazionale Juniores.

Persistendo ulteriore parità o nella ipotesi di completa parità fra le tre squadre la vincente sarà determinata per sorteggio che sarà effettuato dalla Segreteria del Comitato Interregionale.

c) Abbinamenti

Per quanto attiene all’ordine di svolgimento degli abbinamenti, la squadra che disputerà la prima gara in casa sarà determinata da apposito sorteggio.

Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nel doppio confronto avrà totalizzato il maggior punteggio o, a parità di punteggio, quella che avrà segnato il maggiori numero di reti; nell’ipotesi di ulteriore parità di reti segnate si qualificherà la squadra che nei due incontri avrà realizzato il maggior numero di reti in trasferta.

Verificandosi, infine, successiva parità l’arbitro procederà a fare eseguire, al termine della seconda gara, i calci di rigore con le modalità previste dalla Regola 7 delle “Regole del Gioco”.

d) Gare di andata e ritorno (ottavi di finale)

Per quanto attiene all’ordine di svolgimento delle gare degli ottavi di finale, la squadra che disputerà la prima gara in casa sarà determinata da apposito sorteggio.

Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nel doppio confronto avrà totalizzato il maggior punteggio o, a parità di punteggio, quella che avrà segnato il maggiori numero di reti; nell’ipotesi di ulteriore parità di reti segnate si qualificherà la squadra che nei due incontri avrà realizzato il maggior numero di reti in trasferta.

Verificandosi, infine, successiva parità l’arbitro procederà a fare eseguire, al termine della seconda gara, i calci di rigore con le modalità previste dalla Regola 7 delle “Regole del Gioco”.

e) Gare di andata e ritorno (quarti di finale)

Per quanto attiene all’ordine di svolgimento delle gare dei quarti di finale, la squadra che disputerà la prima gara in casa sarà determinata da apposito sorteggio.

Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nel doppio confronto avrà totalizzato il maggior punteggio o, a parità di punteggio, quella che avrà segnato il maggiori numero di reti; nell’ipotesi di ulteriore parità di reti segnate si qualificherà la squadra che nei due incontri avrà realizzato il maggior numero di reti in trasferta.

Verificandosi, infine, successiva parità l’arbitro procederà a fare eseguire, al termine della seconda gara, i calci di rigore con le modalità previste dalla Regola 7 delle “Regole del Gioco”.

f) Gare di semifinale e gara di finale

Le gare di semifinale e di finale saranno disputate in campo neutro e articolate in due tempi di gioco di durata pari a 45 minuti ciascuno.

In caso di parità di punteggio al termine dei due tempi di gioco si procederà alla esecuzione dei calci di rigore secondo le modalità previste dalla Regola 7 delle “Regole di Gioco”.

ART. 4 – PROGRAMMA ATTIVITÀ

Il calendario della manifestazione viene, stabilito nel modo seguente:

a) prima fase: inizio 19 settembre 2015 termine 16 aprile 2016

Play-off girone: 23 aprile 2016 30 aprile 2016

b) fase finale

7 maggio 2016 1a giornata triangolari - 1a giornata abbinamento andata

11 maggio 2016 - 2a giornata triangolari

14 maggio 2016 - 3a giornata triangolari - 2a giornata abbinamento ritorno

21 maggio 2016 gara andata – ottavi di finale

25 maggio 2016 gara ritorno – ottavi di finale

28 maggio 2016 gara andata – quarti di finale

4 giugno 2016 gara ritorno – quarti di finale

c) gare di semifinale

9 giugno 2016

d) gara di finale 11 giugno 2016

Le date sopra indicate possono, ovviamente, essere modificate in relazione ad eventuali ed impreviste esigenze di carattere organizzativo.

ART. 5 - DISCIPLINA SPORTIVA

Per quanto attiene alla materia in epigrafe si fa rinvio alle disposizioni contenute nel Codice di Giustizia Sportiva. Limitatamente alla parte finale del Campionato i procedimenti dinnanzi agli Organi Disciplinari saranno disciplinati da apposite disposizioni di abbreviazione dei termini che saranno separatamente e tempestivamente rese note con apposito provvedimento emanato dal Presidente Federale.

ART. 6 – EFFICACIA PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

Le sanzioni dell’ammonizione inflitte dal Giudice Sportivo sono cumulabili con quelle precedentemente irrogate in occasione dello svolgimento delle gare di Campionato, fino alla fase dei play-off compresi.

A partire dalla fase successiva (triangolari, ottavi, quarti, semifinali e finali) saranno azzerate tutte le ammonizioni precedentemente comminate, applicandosi, in quest’ultima fase quanto previsto dall’art. 19 punto 13 del Codice di Giustizia Sportiva: “la seconda ammonizione e l’espulsione determinano l’automatica squalifica per la gara successiva, salvo l’applicazione di più gravi sanzioni disciplinari”.

ART. 7 - APPLICAZIONI REGOLAMENTI F.I.G.C.

Per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento, si fa rinvio alle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., al Codice di Giustizia Sportiva e al Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti.

#junioresnazionale

0 visualizzazioni

USD LAVAGNESE 1919

 Via Edoardo Riboli 55, 16033 - Lavagna (GE)

 Tel. 0185.321 777 -  Fax 0185.303 371

 C.F. 90038360104  -  P.IVA 00208350991

Copyright 2015-2018 ©Tutti i diritti riservati.

LOGO USD LAVAGNESE 1919

powered by BWS