Juniores Under 19: la prima dell'anno è da dimenticare.


di Massimo Ferrarotti


La nostra Under 19 riprende il cammino in Campionato con un risveglio piuttosto brusco, nessuno

immaginava che fosse semplice contro il Chieri, la compagine piemontese, da sempre protagonista di

questa competizione, ci ha bruscamente risvegliato dal breve letargo post natalizio.

Vero è, oggettivamente, che qualche assenza la contavamo, la nostra difesa vedeva, nel suo ruolo, il

solo Capitan Profumo, davanti troppa leggerezza e poca voglia di combattere, Drago Ventura che ci

mette almeno tre, quattro pezze su relativi corner avversari, in questo scenario gli alibi si azzerano ed emerge

un’unica evidente certezza, il Chieri correva di più, le seconde palle erano tutte loro e la

determinazione nel volere un unico risultato che li mantenesse al terzo posto della classifica, ha

inevitabilmente fatto la differenza, d’altronde un 6-1 non si può commentare attaccandosi ad alibi

senza senso o alla presenza, per ovvie necessità di ben 7 calciatori 2003 in distinta di cui tre titolari.

La cronaca vorrei condensarla in due battute, pronti via e subito ci rendiamo conto che sarà un

pomeriggio infernale, pressing alto, determinazione nei contrasti, i due esterni, soprattutto a sinistra,

trovano praterie a loro disposizione, noi non riusciamo a disporci bene in campo, Mister Barilari che si

sfiata a bordo campo per gestire al meglio le due fasi ma il Chieri tiene palla, noi non saliamo oltre il

centrocampo e, inevitabilmente, piovono le occasioni, al 10’, 20’ e 21’ termina il nostro match, Nania

e Sbriccioli ci feriscono 3 volte e di fatto chiudono le ostilità, poco conta il 4-0 al 40’ che ci porta,

frastornati, negli spogliatoi.

Si riparte con qualche occasione anche per noi, quella più limpida la sfruttiamo con Ferrari che, da

poco dentro l’area, al 5’, di esterno destro fa il 4-1 che ci da un pochino di ossigeno, solo mera

illusione, i piemontesi iniziano la girandola delle sostituzioni e la qualità delle manovre non subisce

interruzioni, non mollano e pervengono alla quinta marcatura al 16’ e chiudono i conti al

39’ con il finale, pesantissimo di 6-1, belli davvero i nostri avversari, in ogni reparto, terza piazza

meritatissima e Mister Pecorari che può essere soddisfatto dei suoi ragazzi, sia per l’approccio che per

la concentrazione alla gara.

Noi bagno di umiltà, ritorno prontamente al lavoro, forma fisica e mentale da riconquistare e due gare

casalinghe a cui guardare, sabato prossimo 11 gennaio con il fanalino Arconatese e sabato 18 gennaio arriverà

al Riboli la capolista Bra, contro la quale sarebbe bene ricordare il fragoroso 7-2 dell’andata.

Prima di chiudere, le uniche buone notizie di giornata, ovvero l’esordio di tre 2003 interessanti come

Vatteroni, De Leo e Mariani……il resto è meglio dimenticarlo in fretta.


CHIERI: Calvaruso, Tafaro, Bruno, Mastrandrea, De Santis (82' Calindro), Pavia, Nania (65' Appendino), Barbero (51' Gervasio), Rossi, Ragusa, Sbriccoli (50' Morone).

A disposizione Bellomo, Fiore, Guariento, Conti, Laneve. All. Marco Pecorari.

LAVAGNESE: Ventura, Ferrari (72' Rustichelli), Scorza, Demetri, Pantini, Profumo, Biggio (59' Farina), Lauro (46' Vatteroni), Durand (80' De Leo), Bei (89' Mariani), Orlando.

A disposizione Palma, Siddi, Boitano. All. Enrico Barilari.


Arbitro Signor Jules Roland Andeng Toma Mbei di Torino.

Assistenti Signori Alessio Bianco ed Edoardo Castelletto di Chivasso.

Ammonito Mastrandrea (C).

Calci d'angolo 9 - 3.

Reti: 10' e 21' Nania, 20' Sbriccoli, 40' Barbero, 50' Ferrari, 61' Ragusa, 84' Appendino.



#junioresnazionali #under19 #centannidilavagnese #chierilavagnese

212 visualizzazioni0 commenti

USD Lavagnese 1919

T +39 0185 321 777

F +39 0185 303 371

E info@lavagnese.com

Sede legale e amministrativa

Via Edoardo Riboli ,42

16033 - Lavagna (GE)

P.IVA 00208350991

TWITCH ORO.png

I nostri

partner